LA TRANSIZIONE NEOLITICA E LA GENETICA DI POPOLAZIONI IN EUROPA

23.00

Autore: AMMERMAN E CAVALLI SFO
Editore: BOLLATI BORINGHIERI
Collana: SAGGI
ISBN: 9788833927893
Pubblicazione: 05/05/2016

Disponibile su ordinazione

COD: 9788833927893 Categorie: ,

Descrizione

Frutto di una ricerca avanzata lunga quindici anni, Ammerman e Cavalli-Sforza espongono qui i risultati che hanno ottenuto studiando una delle più significative trasformazioni avvenute nell’evoluzione delle condizioni umane: il passaggio dal sistema di vita basato sulla caccia e raccolta alle prime forme di produzione di cibo. Le testimonianze archeologiche sui siti neolitici, disponibili fin dagli anni sessanta, confermano l’ipotesi che l’Asia sudoccidentale sia stata il centro da cui si è irradiata in Europa l’agricoltura. Per arrivare a questi risultati gli autori si sono serviti di un metodo analitico già noto, che fa ricorso al modello dell’onda di avanzamento, apportandovi le modifiche necessarie a spiegare la fase iniziale del processo di diffusione dell’agricoltura. E qui s’innesta la parte più interessante di questo libro che ha dischiuso un nuovo orizzonte di studi: l’elaborazione di mappe riassuntive per analizzare la distribuzione geografica globale delle frequenze geniche nello spazio e nel tempo. Si è così giunti alla conclusione che la struttura genetica degli europei di oggi possa riflettere i movimenti di popolazioni avvenuti da diecimila a cinquemila anni fa. Grazie a questo libro che getta un ponte tra due discipline all’apparenza tanto distanti come archeologia e genetica, sono state messe in luce le complesse relazioni che intercorrono tra geni e cultura nelle popolazioni umane.