18BL Mussolini e lopera d’arte di massa

15.00

Autore: JEFFREY T. SCHNAPP
Editore: GARZANTI
ISBN: 9788811693086
Pubblicazione: 01/03/1996

1 disponibili

Descrizione

18BL è il nome di un camion FIAT utilizzato in numerose occasioni dall’esercito italiano durante il primo conflitto mondiale. Per volontà di Mussolini e degli artefici della cultura del regime fascista, quel camion diventò il protagonista e l’eroe di un gigantesco spettacolo che si tenne a Firenze il 29 aprile 1934, con la regia di Alessandro Blasetti, nell’ambito dei Littoriali. Quella sera sulle rive dell’Arno si raccolsero tremila attori e ventimila spettatori. La scenografia comprendeva un doppio ponte di barche, giganteschi libri sormontati da baionette, trincee e sacchi di sabbia, mitragliatrici e filo spinato, aerei e carri armati. Al centro di questo scenario iluminato da decine di fari da stadio e proiettori, “Mamma Giberna” – così i soldati avevano ribattezato il 18BL – viveva la su avventura, tra spari ed esplosioni, fuochi d’artificio, fragori d’ingranaggi e sirene da fabbrica… Attraverso la descrizione di questo kolossal e la ricostruzione del dibattito che lo accompagnò, “18BL. Mussolini e l’opera d’arte di massa” getta una nuova luce sulla politica culturale dell’Italia fascista. Schnapp esplora il rapporto tra il fascismo e gli altri totalitarismi dell’epoca (a cominciare da quello sovietico), tra le avanguardie storiche e la propaganda del regime, tra il culto mussoliniano e l’ideale dell”uomo metallizzato’ che cercava il suo emblema in quel camion. E’ un viaggio nell’immaginario di un’epoca insieme antica e attuale, che mette a nudo identità nazionali e di classe in un’Italia avventurosamente modernista e insieme arretrata, con un’élite cosciente dell’importanza della cultura di massa ma non ancora in grado di padroneggiarla.

Pp. 298, ril. con sovrac., molte ill, in b/n, 1996. Ottime condizioni.